Componenti  hardware

Modulo relay per Arduino

Modulo PIR per Arduino

quad display

collegamenti per un Quad Digit ad catodo comune

didsplay anodo comune

all’interno di ogni numero, ciascun segmento del numero, è collegato ad un LED;

questi LED hanno l’anodo collegato al positivo di alimentazione.

i catodi , se collegati a massa, accendono il LED.

per limitare la corrente che scorre nei LED, è necessario aggiungere una resistenza.

collegamenti per un display 7 segmenti  a catodo comune

pj luci scale PIR

Tempo di stato ON

regolazione sensibilità

GND

5 - 12 VDC

Uscita TTL 3,3 V

falling rising edge

Ci sono due tipi d’impulsi verticali:

Rising edge – fronte di salita: quando il segnale d’ingresso, normalmente Low (a livello zero) passa allo stato High per tornare in seguito al livello logico (low); per esempio passa da zero a 5 Volt e tornare nuovamente a 0.

Falling edge – fronte di discesa: quando il segnale, normalmente a livello logico 1 (high), passa dal livello logico 0 (low), per tornare nuovamente a livello logico  alto (high); Per esempio da + 5 volt a 0 e tornare nuovamente a + 5 Volt.

Questa variazione di stato, può essere catturata sia dal passaggio basso-alto che dal passaggio alto-basso.

out transistor

Ogni volta che in un circuito elettronico, c’è un LED, possiamo sostituirlo con un foto accoppiatore, composta da un LED e un transistor , incapsulato nel medesimo contenitore, disaccoppiando la parte elettronica di Arduino dalla parte di alimentazione del carico che può essere alimentato dalla tensione di rete a 220 Volt AC.

In questo modo, è possibile sostituire un display a sette digit con 7 foto accoppiatori che pilotano un carico più grosso come lampade a 220 Volt , o meglio delle lampade a LED, strisce di LED  o tubi a LED.

Per pilotare un carico superiore alla portata massima di 40 mA, è opportuno separare le uscite di Arduino mediante un transi stor o Mosfet, interponendo una resistenza che limita l’erogazione della corrente in uscita.

Il transistor supporta la corrente necessaria per pilotare il carico.

Nel caso di un LED, volendo limitare la corrente  a circa 20 mA.

La legge di Ohm          V= R x I oppure  R= V/I                V = tensione, R= resistenza, I = corrente

Con la tensione che alimenta il carico di 5 volt , volendo limitare l’assorbimento del LED a 20 mA, si calcola il valore della resistenza:  R= 5 Volt/ 0,02 A   il risultato darà 250 .

Il valore di 270 ohm è il valore più vicino tra la serie E6, delle resistenze con tolleranza 20%; il valore precedente è 220 Ohm e quello successivo 330 Ohm.

Quando si collegano LED di diversi colori, si sceglie la resistenza che regola l’assorbimento in modo da avere la medesima luminosità.

transistor TO 220

transistor in formato TO-220 e TO-92

transistor NPN

foto accoppiatore

foto accoppiatore

1

2

3

4

foto accoppiatore 2

1

2

5

4

6

3

fotoaccopp3
fotoaccopp4
fotoaccopp5
triac
mosfet

MOSFET

mosfet1

I Mosfet hanno un’elevata impedenza d’ingresso, pertanto sono sensibili alle cariche elettrostatiche, può essere opportuno inserire una resistenza di valore elevato, in serie al Gate.

All’interno del Mosfet, c’è un diodo di protezione tra Drain e Source, ma è opportuno adottare un sistema di protezione esterna.

atmega328 pj3
pj luci scale relay

GND

5 - 12 VDC

Attivo + 5V

LED

Comune

Normalmente chiuso

Normalmente aperto

sensore Laser per Arduino

+ 5 Volt

GND

Out

sensori laser arduino
LCD 16 x 2

https://www.matrixtsl.com/wiki/index.php?title=Component:_LCD_(Generic)_(Displays:_Alphanumeric)

la gestione di questo elemento richiede 6 linee di controllo, di cui solo 4 sono utilizzate per trasferire il data da Arduino al Display.

Il data sheet del modulo EB005 , è scaricabile da questo link: https://www.matrixtsl.com/datasheets/EB005-30-3.pdf

pinout Arduino

GROVE

Grove è un sistema modulare, con connettori e collegamenti standardizzati, per la realizzazione di prototipi elettronici.

Paragonato ai sistemi filari, i blocchi “Grove”, sono facili da riunire e rappresentano un modo semplice per apprendere la progettazione sperimentale.

I blocchi che compongono la struttura di Grove, sono costituiti da una struttura di base (stem), e da moduli (twigs).

Stem: generalmente si tratta di un microprocessore, che non deve essere necessariamente un modulo Grove, ma più semplicemente Arduino o Rasberry Pi, tramite un modulo adattatore.

 Twigs: blocchi composti di semplici interruttori, led o sensori di vario tipo, con connettori standardizzati per facilitare le connessioni.

Al collegamento ipertestuale seguente è possibile trovare tutte le informazioni sui moduli Grove.

grove

LCD I2C

LCD I2C
keypads

Riccardo Monti